La conferenza rosa, con Stefania Capobianco e “Mò Vi Mento – Lira di Achille”

Il sole splende sulla città di Gaeta e dalle finestre della sala consiliare del Comune, i raggi illuminano i volti del sindaco Cosmo Mitrano, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Lucia Maltempo, della regista Stefania Capobianco, del regista Francesco Gagliardi e degli attori Tony Sperandeo e Barbara Bacci.  L’occasione è la conferenza stampa, indetta dal Comune di Gaeta, in onore della regista gaetana Stefania Capobianco, in merito al successo della commedia “Mò Vi Mento – Lira di Achille”, da lei diretta insieme a Francesco Gagliardi e prodotta dagli stessi insieme a Giuseppe Picone, presentata alla 75ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nella sezione del Venice Production Bridge e alla XX Edizione del Napoli Film Festival. Il sindaco Cosmo Mitrano ha presentato con orgoglio il lavoro svolto dalla regista che nonostante la sua giovane età, annovera già numerosi successi, tra i quali la commedia che uscirà nelle sale di tutta Italia la prossima primavera. L’Assessore alla Pubblica Istruzione, Lucia Maltempo, ha colto l’occasione per portare l’attenzione sulla figura della donna in genere, perché il successo di Stefania Capobianco, è anche motivo di orgoglio per tutto l’universo femminile, dimostrato dalla grande competenza e professionalità della regista, in un mestiere che troppo poco spesso veste di rosa. L’attrice Barbara Bacci, tra le interpreti del film, ha riportato la sua piacevole testimonianza, dagli episodi a stretto contatto condivisi sul set con Stefania  in veste di regista, e fuori dal set, con Stefania unicamente in veste di sé stessa. “Come si fa dire di no, quando le cose ti vengono chieste così”, le parole dell’attore Tony Sperandeo, che in linea con gli interventi che lo hanno preceduto, ha raccontato l’educazione e l’eleganza della regista, nonostante i ritmi elevatissimi di lavoro che richiede vivere il set. Ritmi che ha ben spiegato in seguito il regista Francesco Gagliardi, lavorando a stretto contatto con Stefania Capobianco e conoscendo bene la mole di lavoro che implica realizzare una commedia come “Mò Vi Mento – Lira di Achille”, dalla fase di scrittura, a quella di direzione, produzione e post produzione.  La regista di Gaeta, emozionata di intervenire nel comune della sua città natale, ha ricordato ai giovani presenti “Studiate, perché qualsiasi strada intraprenderete, per avere successo, bisogna avere cultura”, che è quello che caratterizza “Mò Vi Mento – Lira di Achille”
Vai all'archivio