GIUSEPPE PICONE, PRODUTTORE DELLA FG PICTURES, PARLA DI “MÒ VI MENTO – LIRA DI ACHILLE”

Abbiamo chiesto al produttore cinematografico della FG Pictures Giuseppe Picone di raccontarci perché ha deciso di investire su un progetto come Mò Vi Mento – Lira di Achille e di parlare di come è nato l’incontro con Armando Curcio Editore, la casa editrice che l’11 aprile pubblicherà il libro scritto da Francesco Gagliardi tratto dall’omonimo film diretto insieme a Stefania Capobianco. “Credo fortemente in questo progetto. Sin da quando ho letto per la prima volta la sceneggiatura, ho capito che Mò Vi Mento sarebbe stato un film che avrebbe fatto molto parlare di sé, per il suo essere provocatorio, irriverente, ma allo stesso tempo comico e attuale. Ho deciso di investire sulle potenzialità di Stefania e Francesco (Stefania Capobianco e Francesco Gagliardi, i registi del film, ndr) e ora, a distanza di 1 anno dall’ultimo ciak, quando manca meno di un mese all’uscita del libro e due all’uscita del film in sala, non posso che essere pienamente soddisfatto della mia decisione. Non ci è venuta subito in mente l’idea di trarre un libro da questa storia. Solitamente sentiamo parlare di film tratti da libri. Sono molto rari i casi in cui è avvenuto il contrario. Un giorno, però, l’editore di Armando Curcio, la storica casa editrice fondata nel 1927, ha letto la sceneggiatura del film e, sorridendo già davanti al titolo, ne ha fiutato le potenzialità di un best seller affidando così la stesura del libro a Francesco Gagliardi. Ci siamo detti: perché non provarci? Dopotutto, è invertendo le “regole” che si crea la storia! Inoltre, scoprire che anche un giornalista come Francesco Carrassi, direttore de La Nazione e il Telegrafo, ha creduto quanto me nel messaggio che questa commedia politica vuole dare, mi ha riempito il cuore di gioia e mi ha fatto capire che, quando si crede realmente nel proprio lavoro, è giusto seguire i propri sogni perché, prima o poi, si avverano”.
Vai all'archivio